49 - Amazzone Testa Gialla - Oasi degli Animali

Vai ai contenuti

Menu principale:

49 - Amazzone Testa Gialla

Livello 1 uccelli
 

 
AMAZZONE TESTA GIALLA




 
 
DESCRIZIONE:  Il verde è il colore dominante del piumaggio, le piume della nuca sono leggermente bordate di nero, la fronte, la parte superiore del capo e, occasionalmente l’area intorno al collo, sono di un bel giallo intenso. La cintura che marca le ali è rossa, il bordo di queste invece è verde-giallastro. Le punte delle copritrici primarie e secondarie formano una trama blu-viola, la coda è verde, con le estremità delle timoniere giallo-verdastro, mentre alla base sono rosse. Nella porzione esterna della coda è presente una trama blu. La pelle perioftalmica è biancastra, la pupilla è grigia, con sfaccettature rosse, l’iride è arancione, i piedi zigodattili grigi, il becco corneo color osso, nel ramo superiore, presenta delle screziature arancioni. Sono uccelli lunghi circa 34 cm, per un peso di circa 380-400 g, con apertura alare di 19,8-22,2 cm. Vivono o in coppie stabili o in piccoli gruppi di qualche decina di membri, oppure in aggregazione labili fino a 250 membri. Sono piuttosto numerosi quando volano e si spostano alla ricerca di pascoli dove nutrirsi o si accalcano sullo stesso albero nei siti di riposo.
 
Questa amazzone è suddivisa in quattro sottospecie:
 
         A.o. oratrix, la specie di riferimento;
 
         A.o. belizensis, del Belize;
 
         A.o. hondurensis, dell'Honduras;
 
         A.o. tresmariae, delle isole Tres Marías al largo della costa del Pacifico del Messico, con il giallo esteso a tutto il petto.
Non esiste dimorfismo sessuale e l’aspettativa di vita è di circa 60 anni.

DISTRIBUZIONE:  Questa amazzone è presente esclusivamente nel sud del Messico, sia nella costa del Pacifico che in quella dell'Atlantico; colonizza ogni tipo di terreno alberato, sia le aree asciutte che quelle umide delle zone tropicali e subtropicali, fino a 750 m di altezza sul livello del mare. Vivono bene anche nelle savane sudamericane e nelle zone cespugliose e a bush, composte da piante a portamento arbustivo alte anche 2-3 m. Nelle zone a foresta, preferiscono abitare nelle are confinanti. Sono frequenti visitatori delle aree coltivate e delle piantagioni a caffè, in prossimità dei villaggi.

ALIMENTAZIONE: Si nutre di frutta, noci, semi, germogli e bacche e utilizza le zampe per afferrare il cibo.

RIPRODUZIONE: La stagione degli amori cambia in funzione dell’area geografica d’appartenenza, ma solo nel periodo riproduttivo le coppie si isolano e cercano un albero cavo per sistemarvi il nido. Il maschio si occupa della costruzione del nido, che viene posto in alto, su palme od alberi, anche morti, fino a 10-12 m dal suolo. In alcuni casi, vengono costruiti persino all’interno di termitai. La femmina depone 2-4 uova, che misurano 3,74-2,91 cm. L’incubazione dura mediamente 25-26 giorni ed i pulli nati vengono nutriti per due mesi dopo la nascita, prima d’involarsi. Durante la cova, è il maschio che si occupa del sostentamento della femmina che non si muove dal nido. Il maschio vive e dorme, anche in questo periodo, nelle aree di riposo collettive coi conspecifici, rimanendo lontano dal nido, che raggiunge solo per portare il cibo alla compagna. I piccoli si presentano completamente verdi a eccezione di una macchia gialla sulla fronte. La maturità sessuale è raggiunta verso i tre anni.  

CURIOSITA’:  Si tratta di un pappagallo eccezionalmente dotato dal punto di vista dell'imitazione della voce umana, in grado di rivaleggiare con il pappagallo cenerino.  

CONSERVAZIONE:  A causa della ristrettezza del suo areale, sottoposto peraltro ad un intenso disboscamento ed antropizzazione, la popolazione di questo pappagallo è drammaticamente diminuita, ridotta a poche migliaia di esemplari. Tutte le specie e razze citate sono afferenti all’Appendice I della Convenzione di Washington, 1975 (Convenzione CITES), per cui non possono essere commerciate, la IUCN le classifica come specie e sottospecie altamente minacciate.






 
Torna ai contenuti | Torna al menu