43 - Fagiano argentato - Oasi degli Animali

Vai ai contenuti

Menu principale:

43 - Fagiano argentato

Livello 1 uccelli
 

 
Fagiano argentato





 
DESCRIZIONE: Il maschio è lungo circa 110-125 cm, di cui 80 di coda; sulla testa ha un ciuffo nero con riflessi bluastri, una maschera rosso-sangue sulle guance mentre il corpo è, nella zona ventrale, nera-blu come il ciuffo, mentre la parte superiore e le ali sono bianche variegate di nero. Le zampe sono rosse.
La femmina, lunga circa 75-80 cm, di cui 32-44 di coda, ha un piumaggio bruno-oliva, con delle piume argentee nella parte inferiore del corpo e alla fine della coda e presenta anche lei il ciuffo e la maschera rossa come il maschio. In natura ne esistono 15 sottospecie. Il peso delle femmine con 1,3 kg è notevolmente inferiore al peso massimo del maschio di 2 kg. In natura possono raggiungere un'età di circa 10 anni, mentre in cattività la durata della vita può essere più lunga.

DISTRIBUZIONE:  Diffusissimo in cattività, la specie è originaria del sud-est asiatico, in particolare della parte orientale e meridionale della Cina, del Myanmar, della Thailandia, del Vietnam e del Giappone. Alcune popolazioni sono state introdotte nelle Hawaii e in alcune parti degli Stati Uniti. Il suo habitat naturale sono le foreste di montagna a fitta macchia comprese tra i 1500 e 1800 metri. In Vietnam si può vedere nelle foreste pluviali tropicali al di sopra dei 900 metri e nei boschi di latifoglie e pinete sopra 1200 metri.

ALIMENTAZIONE: Frutta, semi, vermi e insetti.

RIPRODUZIONE:  Compresa tra metà marzo/fine maggio. La femmina depone 6-8 uova che dopo circa 26 giorni si schiudono. Alla madre spetta l’incubazione mentre il maschio si occupa della difesa del territorio. I pulcini crescono velocemente e dopo due anni gli uccelli giovani raggiungono la maturità sessuale e completano il piumaggio.

CURIOSITA’: Uccello irrequieto e combattivo è tuttavia docile con l’allevatore che però arriva ad attaccare durante il periodo degli amori.

CONSERVAZIONE: Inserito nella Lista Rossa IUCN non è considerato a rischio estinzione.



                       

Torna ai contenuti | Torna al menu