35 - Parrocchetto testa di prugna - Oasi degli Animali

Vai ai contenuti

Menu principale:

35 - Parrocchetto testa di prugna

Livello 1 uccelli
 

PARROCCHETTO TESTA DI PRUGNA



 
 
 
DESCRIZIONE: Questo parrocchetto è uno dei pappagalli più noti ed immediatamente riconoscibili a causa della particolarità del cappuccio violaceo che stacca vistosamente sul verde brillante della livrea. La taglia si aggira intorno ai 35cm, il suo aspetto è slanciato, flessuoso, longilineo. La colorazione base del piumaggio è verde, più scuro sulle ali. Fronte e redini sono viola intenso con riflessi bluastri sul vertice e sulle guance. L'area violacea è delimitata da un netto collare nero molto spesso anteriormente per diventare sottile e appena accennato sulla zona occipitale. Il groppone è verde-azzurro come il sottocoda e la parte inferiore dell'ala. Dorso e scapolari sono verde oliva, le copritrici alari sono verde brillante. Sulla spalla è presente una caratteristica macchia rosso bruna. Le penne remiganti sono grigie con vessillo esterno verde. Le timoniere centrali sono molto lunghe e sottili, di colore blu, con tracce di verde nella zona iniziale per sfumare nel bianco della parte finale. Le zampe sono grigio-verdastre, il becco è giallo superiormente (mascella) e nero inferiormente (mandibola). Ne esistono tre sottospecie. È caratterizzato da un volo teso e veloce ed emette un richiamo molto particolare ed armonioso che lo rende immediatamente identificabile. La femmina si distingue dal maschio per le sfumature rosate sul viola di base della testa, per il collare giallo invece che nero, per la parte superiore del becco giallastra e quella inferiore grigia. Manca la macchia alare rosso-bruna. I soggetti immaturi sono completamente verdi, con una coroncina giallo-rossastra e una banda sotto il collo violacea. Vive in piccoli gruppi che tendono a spostarsi molto frequentemente. I contadini tendono a perseguitare gli stormi di questi parrocchetti per i gravi danni che infliggono a campi seminati e frutteti, con un'azione distruttiva che risulta molto più ampia rispetto alle necessità alimentari dello stormo stesso. L’aspettativa di vita è intorno ai 30 anni circa.

DISTRIBUZIONE:  La specie è rinvenibile in tutta l'India meridionale e Sri Lanka. Predilige le zone boscose di pianura e collina senza spingersi oltre i 1500 metri di altitudine.

ALIMENTAZIONE: Si nutre di semi anche immaturi, boccioli, frutta (in particolare fichi), noci, germogli, fiori, piccoli insetti. È molto ghiotto del nettare di alcuni fiori tipici delle sue aree come i fiori di samalia e butea.

RIPRODUZIONE: La stagione riproduttiva varia a seconda degli areali, generalmente avviene da febbraio a maggio e non è rara una seconda covata annuale da agosto a settembre. I nidi vengono costruiti in alberi cavi, spesso viene allargato uno dei nodi tipici del tronco della Bassia o viene riadattato un vecchio nido di picchio. La deposizione, di solito da 3 a 6 uova, avviene sia a coppie isolate sia in colonia. La cova dura 21 giorni ed i piccoli lasciano il nido tra le 6 e le 7 settimane. Al di fuori del periodo di accoppiamento le femmine tendono ad essere aggressive nei confronti dei maschi. La maturità sessuale viene raggiunta a due anni di età.

CURIOSITA’: Una caratteristica peculiare del “testa di prugna” è la sua facile tendenza a spaventarsi, occorre prudenza quando lo si avvicina e ci si muove in sua presenza.

CONSERVAZIONE:   La specie non è considerata a rischio estinzione.





Torna ai contenuti | Torna al menu