33 - Pecore - Oasi degli Animali

Vai ai contenuti

Menu principale:

33 - Pecore

Livello 2 mammiferi
 


pecore





 
All’interno dell’Oasi degli Animali sono presenti diverse razze di pecore:
 
Pecora del Camerun
Pecora di Herdwick
Pecora Nana di Ouessant
Pecora Quadricorna di Jacob
Pecora Savoiarda o Razza di Cuorgnè
Di seguito forniamo alcune notizie più significative su ognuna di loro.



 
 
 
                                                  Pecora del Camerun
 
 
 
 
Altezza media: maschi 70 cm; femmine 60-65 cm;
Peso medio: maschi 60 kg; femmine 45 Kg.

 
 
La pecora del Camerun è originaria dell’omonimo stato dell’Africa occidentale. È allevata in gran parte del mondo, a scopo prettamente ornamentale: si tratta infatti di un animale dall’aspetto molto piacevole che è possibile trovare in vari parchi zoologici, ma anche in agriturismi e fattorie. Le pecore del Camerun sono animali di taglia media, che per alcuni aspetti possono ricordare i mufloni selvatici. La testa è di medie dimensioni, ben proporzionata, con corna grandi e rivolte in avanti, e orecchie portate orizzontalmente. Il fisico è saldo, rettangolare, con zampe piuttosto lunghe e robuste. Una delle caratteristiche più pregevoli della pecora del Camerun è il suo bel manto castano chiaro, con delle tipiche focature nella zona della testa, delle zampe e del ventre. La pecora del Camerun non necessita di tosature in quanto naturalmente priva di vello. La sua dieta è prettamente erbivora. I piccoli nascono generalmente in primavera, dopo una gestazione di circa cinque mesi. Pochi minuti dopo la nascita i piccoli sono già in grado di alzarsi sulle zampe. La maturità sessuale viene raggiunta nell’anno.



 
 
 

        Pecora di Herdwick
 
 

L’area storica di produzione sono le montagne e gli alti pascoli del Distretto English Lake (Cumbria). Le origini non sono ben documentate ma pare che le Herdwick siano giunte dalla Scandinavia all’Inghilterra orientale insieme agli invasori Vichinghi. Questi animali sono elementi fondamentali del paesaggio tipico del Lake District. In queste zone esiste ancora un sistema storico di allevamento su terreni comuni, che è rimasto invariato per centinaia di anni. La pecora Herdwick è robusta, massiccia, con zampe corte e ossa forti, cresce lentamente e ha un forte istinto di casa: tende cioè a tornare sui pascoli dove è nata. Pascola liberamente sui pendii delle montagne sia in estate sia in inverno e si nutre di erba, erica, felci, foglie e steli d’erba secchi. Il vello è molto folto e ruvido e costituisce per gli animali un’ottima difesa contro la pioggia. Alla nascita l’agnello è di colore nero, ma crescendo diventa gradualmente più chiaro, mentre gli adulti più vecchi sono completamente bianchi. Alcuni allevatori oggi producono prodotti di qualità quali salami e montone essiccato. La comunità propone inoltre una serie di attività educative per le scuole. Questa pecora ha una particolare resistenza a malattie e parassiti come le zecche.
 
 

 
                                  
Pecora Nana di Ouessant

Altezza media: maschi 45-50 cm; femmine 43-48 cm.
Peso medio: maschi 15-20 kg; femmine 13-15 Kg.

 
 
E’ una razza bretone, originaria dell’isola d’Ouessant, che si trova nell’oceano Atlantico, a qualche chilometro di distanza dalla costa francese. Anticamente popolava la maggior parte delle terre bretoni. Nel 1976 ne restavano poche centinaia di capi. Fortunatamente un gruppo di allevatori decise di salvare la razza allevandola, così dalla fine degli anni ’90 è possibile trovare queste pecore in tutta la Francia, in Belgio ed in Olanda. E’ senza dubbio la più piccola tra le razze ovine.  La testa vista dal davanti appare di forma triangolare. Gli occhi sono chiari con uno sguardo vivo, le orecchie sono piccole. I maschi possiedono delle belle corna a spirale con sezione triangolare che ricordano quelle del muflone, mentre le femmine ne sono sempre sprovviste. La pelliccia è piuttosto lunga, arruffata e ricopre tutto il corpo ad esclusione del muso e della parte inferiore delle zampe; il colore può essere nero, marrone o bianco. Originaria di zone battute dal vento e caratterizzate da vegetazione estremamente povera, la pecora d’Ouessant si è adattata a vivere in queste difficile condizioni diminuendo la propria taglia e adattandosi ad un pascolo magro ed a ridotte integrazioni alimentari.  Si tratta di una pecora molto rustica, di buona salute e di buon carattere. È un animale gregario e necessita di vivere almeno in coppia. Non teme né il freddo né il caldo, solo l’umidità può arrecarle fastidio e pertanto deve avere a disposizione un ricovero nel quale rifugiarsi liberamente in caso di forte maltempo. La riproduzione avviene in autunno e gli agnelli nascono in primavera dopo una gestazione di 145-150 giorni. La femmina partorisce un solo piccolo all’anno. La tosatura rende circa 1-2 kg. di lana.


 
 
 
                                   Pecora Quadricorna di Jacob
Altezza media: maschi 65 cm; femmine 60 cm;
Peso medio: maschi 55-80 kg; femmine 36-54 Kg.
 
 
Questa razza ha origini sconosciute, ma molto antiche: probabilmente è nata in Siria circa 3000 anni fa. Ci sono tracce di testimonianze pittoriche in Nord Africa, Sicilia, Spagna e Inghilterra. La Jacob è una piccola pecora che assomiglia ad una capra nella sua conformazione. La testa è snella e triangolare con corna ricurve e lunghe in entrambi i sessi (nelle femmine sono più esili e corte), fino a 60-80 cm, le orecchie sono piccole e portate in orizzontale, il corpo è piccolo ma ben formato con torace ben sviluppato. La coda è lunga e lanosa, le gambe sono di media lunghezza, snelle, ma robuste, prive di lana sotto le ginocchia. Gli zoccoli sono neri o a strisce.  Il vello è di coloro bianco con macchie nere, marroni distribuite a caso sul corpo. Frequenti le macchie di colore nero intorno agli occhi. Le caratteristiche più distintive della pecora sono le loro corna, presenti in numero da 2 a 6, ma più comunemente 4 e normalmente sono di colore nero, ma possono essere anche a strisce bianco e nero. Ha un’ampia capacità di adattamento a pascoli di alta quota. Dopo una gestazione di circa 5 mesi nascono da 1 a 4 piccoli. Queste pecore sono di solito allevate per la loro lana, carne e pelli, ma sono anche tenute come animali domestici e come animali da guardia per proteggere la proprietà agricola da furti o atti vandalici e difendere gli altri animali contro i predatori.
 
 
 
                         


 
 
 
                       Pecora Savoiarda o Razza di Cuorgnè

 
 
 
 
Altezza media: maschi 75-80 cm; femmine 65-70 cm.
Peso medio: maschi 65-70 kg; femmine 60 Kg.

 
 
Antica razza di montagna, detta anche "razza di Cuorgné", un tempo allevata nell’arco alpino. Le origini di questa popolazione sono incerte. È stata classificata tra le razze alpine “a orecchio semi cadente”. Data la zona di allevamento e le caratteristiche morfologiche simili potrebbe avere origini comuni alla razza francese Thones et Marthod. Oggi si trovano poche decine di pecore e qualche ariete meticcio, collocati principalmente nella Val di Susa, nelle Valli Pellice, Chisone e Lanzo, tutte della provincia di Torino.Non se ne conosce il numero preciso. È allevata in piccoli greggi stanziali di montagna e, nonostante le condizioni di vita difficile dei lunghi inverni in stabulazione e l’alimentazione a base di fieno di modesta qualità, si adatta bene essendo forte e robusta come gran parte delle razze alpine. È di taglia media, con testa piuttosto pesante, ben proporzionata, con profilo un po' montonino, più accentuato nei maschi; gli occhi sono sporgenti; le orecchie mediamente sviluppate, strette, leggermente pendenti; corna generalmente robuste e avvolte a spirale nei maschi più piccole o assenti nelle femmine; tipiche le macchie orbitali neri e il musello nero macchiato di bianco. Il tronco non è molto lungo, ma conico e pieno. Gli arti asciutti ma robusti macchiettati di nero, unghielli neri e solidi. Il vello bianco sporco semi-aperto ricopre tutto il corpo ad eccezione della testa, del ventre e degli stinchi. La razza presenta una discreta gemellarità (circa il 30%) e un breve periodo di interparto per cui si hanno sovente tre parti ogni due anni. La prolificità è pari a 1,3 nati/parto. La pecora Savoiarda è allevata principalmente per la produzione di carne ottenuta per lo più da agnelli di latte di 12-15 kg, oltre a qualche soggetto castrato, ingrassato al pascolo. La produzione annua di lana è di circa 3 kg negli arieti e di 2 kg nelle pecore.




Torna ai contenuti | Torna al menu