29 - Cacatua Di Goffin - Oasi degli Animali

Vai ai contenuti

Menu principale:

29 - Cacatua Di Goffin

Livello 1 uccelli
 


Cacatua DI GOFFIN
         




 
 
DESCRIZIONE: Il piumaggio di questo cacatua, detto anche cacatua di Tanimbar, di circa 32 centimetri di taglia e con un peso di 250-300 gr., è completamente bianco, ad eccezione di una macchia rosata posta ai lati del becco e ad una suffusa sfumatura di giallo nella parte inferiore delle remiganti e delle timoniere. Gli strati più profondi delle penne del collo sono color salmone, ma ciò non è evidente all'osservazione. Il ciuffo erettile non è molto accentuato né prominente, ed ha forma arrotondata. Il becco è grigio chiaro, l'anello perioftalmico azzurrognolo, l'iride marrone scura e le zampe grigie. L'unica differenza tra femmina e maschio la si può notare a livello dell'iride, marrone scura nel maschio, tendente al rosso, nella femmina. L'età massima che solitamente raggiunge si attesta intorno ai 25 anni.

DISTRIBUZIONE: È endemico dell'Indonesia ed originario delle isole Tanimbar, che fanno parte del più vasto arcipelago delle Molucche. Ne esistono colonie anche sull'isola di Tuai ed in Papua Nuova Guinea. Questo pappagallo tende a vivere nelle foreste costiere delle isole che lo ospitano.

ALIMENTAZIONE: In natura si nutre di mais, frutta matura, noci, semi, boccioli di fiori, steli di foglie e bacche, oltre a non disdegnare insetti carnosi come le tarme.

RIPRODUZIONE: Nidifica nelle cavità degli alberi dove la femmina depone tre uova che vengono covate per quasi un mese. I piccoli s’involano a circa tre mesi di vita.

CURIOSITA’: È un pappagallo estremamente intelligente e le sue reazioni e capacità di problem solving sono state spesso oggetto di studio e di test accurati che ne hanno dimostrato il livello eccezionale, come ad esempio, l’essere in grado di costruirsi strumenti rudimentali per raggiungere del cibo che altrimenti sarebbe impossibilitato ad afferrare. Si dimostra inoltre molto socievole ed amichevole con l'uomo, richiedendo però notevoli cure e mal sopportando uno stato di solitudine, dimostrando grande insofferenza quando viene trascurato. Non pare molto dotato nell'imitazione della voce umana.

CONSERVAZIONE: Questo pappagallo non è in pericolo di estinzione, grazie alla nutrita popolazione ancora esistente, che si aggira intorno ai duecentomila individui. Tuttavia questa pur vasta popolazione è concentrata su un areale relativamente limitato (l'isola di Yamdena, la principale delle Tanimbar, misura infatti poco meno di 3000 chilometri quadrati) e ciò ha portato all'inclusione di questa specie nell'allegato A del CITES.


 
 
                                                 
Torna ai contenuti | Torna al menu