25 - Rosella Comune - Oasi degli Animali

Vai ai contenuti

Menu principale:

25 - Rosella Comune

Livello 1 uccelli
 


rosella comune
         



DESCRIZIONE:  Detta anche rosella orientale è uno dei pappagalli più appariscenti grazie alla fantastica colorazione multicolore: presenta testa, petto e sottocoda rossi, sottogola e mento bianchi, ali azzurre, mantello picchiettato di giallo e di nero e zona addominale gialla sfumante in un verde pallido nella zona inferiore. Le remiganti primarie e secondarie sono nere con zona blu esterna, le remiganti terziarie e le ultime copritrici sono nere con bordo tra il giallo ed il verde. Tutte le copritrici alari sono di un acceso cobalto. L'anello perioftalmico è scuro e poco accentuato, l'iride è scura, il becco color osso chiaro, le zampe grigie. È lunga 30 centimetri per un peso di circa 100 grammi. Il maschio ha i colori più accesi e la testa e il petto un po’ più robusti. Esistono tre sottospecie di questo psittacide:

P.e. eximius, che vive nel Nuovo Galles del sud;
P.e. ceciliae, nota come "rosella dal manto d'oro", è la sottospecie più appariscente con le parti gialli tendenti ad un magnifico giallo-oro, stanziale nelle regioni nord-orientali del Nuovo Galles del Sud ed in quelle sud orientali del Queensland;
P.e. diemenensis, che abita in Tasmania, caratterizzato da una taglia maggiore, da zone rosse più scure, brillanti ed estese e dal sottogola bianco.

Il dimorfismo sessuale di questa specie non è evidente: gli unici tratti significativamente diversi sono il cranio ed il becco meno dimensionato nella femmina rispetto al maschio. L'occhio della femmina è spesso bordato di piumine grigio-verdastre. Vivono circa 20 anni.

DISTRIBUZIONE: La rosella comune vive prevalentemente nell'Australia sud-orientale, al di sotto del 32 parallelo, in Tasmania ed è stata introdotta anche in Nuova Zelanda. In natura questo uccello vive nei boschi e nelle savane senza spingersi oltre i 1400 metri di altitudine. Forma grandi stormi di centinaia di individui, spesso associandosi ad altre specie come la rosella di Pennant. Si può osservare spesso anche nelle periferie delle città.

ALIMENTAZIONE:   E’ basata in prevalenza su piante erbacee, in particolare graminacee come la saggina, su semi di acacia ed eucalipto, fiori, boccioli, bacche, nettare, polline, frutta e piccoli insetti (psillidi, coccidi e lepidotteri). E' stata notata la sua propensione a nutrirsi dei semi trovati tra gli escrementi del bestiame.

RIPRODUZIONE: Costruiscono il nido nelle cavità degli alberi. La stagione riproduttiva parte a settembre e termina a gennaio. In questo periodo la femmina depone da quattro fino a nove uova per una o due covate. La cova dura circa 21 giorni ed il maschio provvede a nutrire la femmina. I piccoli nascono ricoperti da piumino e si involano generalmente dopo 5 settimane.  

CURIOSITA’: Le roselle comuni non sono uccelli addomesticabili e dimostrano quasi sempre una totale indifferenza verso l'allevatore che le accudisce, senza affezionarsi; al contrario, permettersi delle confidenze con questo pappagallo può portare a dolorosissime beccate.
Possono imparare a fischiettare dei motivetti o a ripetere qualche semplice parola.
CONSERVAZIONE:  La specie non è minacciata ed è inserita nel CITES all’Appendice 2.

 

 
   
 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu