19 - Cenerino Coda Rossa - Oasi degli Animali

Vai ai contenuti

Menu principale:

19 - Cenerino Coda Rossa

Livello 1 uccelli
 


 
PAPPAGALLO CENERINO CODA ROSSA

        



 
DESCRIZIONE: È un pappagallo di medie dimensioni (32-35 cm.) con un’apertura alare di circa 50 cm. nativo del continente africano. È l’unica specie del genere Psittacus. Deve il nome al tipico colore grigio cenere del suo piumaggio, con punte di bianco e la coda che può essere rossa o marrone a seconda della  sottospecie. L’occhio è giallo con l’iride nera nei giovani, mentre negli adulti è grigia. I cenerini, come tutti i pappagalli, sono zigodattili avendo quattro dita per zampa, due anteriori e due posteriori. L’aspettativa di vita di un cenerino in cattività va dai 40 ai 60 anni e anche più, se tenuto in condizioni ottimali. È il pappagallo più diffuso al mondo ed è quello che meglio può apprendere ed imitare la voce umana. È spesso timido, riservato ed ansioso. Adora rosicchiare rami freschi e fare il bagno. È anche abbastanza rumoroso. Esistono 2 sottospecie riconosciute: il Cenerino Maggiore che è più grande (35 cm di lunghezza) ed il Cenerino Minore che ha un piumaggio di colore più scuro. Questi pappagalli sono molto gregari. Gli spostamenti giornalieri possono essere anche di 30 km e possono attraversare bracci di mare di 5 km per nutrirsi su isole vicine.

DISTRIBUZIONE: Ampia fascia dell'Africa centrale che va dalle Isole del golfo di Guinea attraverso il Gabon, il Congo, la Repubblica Democratica del Congo, il Mali e il Camerun meridionali, la Liberia, la Costa d'Avorio, il Ghana e la Nigeria fino al Kenya occidentale, all'Uganda e alla Tanzania nord occidentale. È abbondante anche nell’isola di Principe mentre presenta una distribuzione sparsa nell’isola di Sao Tomè dove probabilmente è stato introdotto. In natura abitano soprattutto la foresta di pianura nella maggior parte del loro areale, ma visitano anche ambienti di savana alberata e aree più o meno aperte con alberi sparsi per alimentarsi. Si possono anche trovare ai margini delle foreste fluviali.

ALIMENTAZIONE: La loro dieta è composta prevalentemente di semi e frutti, bacche, nettare, ma anche di qualche insetto.

RIPRODUZIONE: Non esistono differenze apparenti tra i sessi, pertanto i Cenerini maschi e   femmine si  possono distinguere soltanto attraverso un esame endoscopico effettuato da un veterinario specializzato. Vengono deposte da 3 a 5 uova covate dalla femmina (a sua volta nutrita dal maschio) per circa 28-30 gg.  I pulli mettono le piume all’età di circa 2/3 mesi e lo svezzamento dura in tutto 11 settimane durante le quali i genitori continuano ad occuparsi di loro ed imbeccarli. L'involo avviene a circa 3 mesi d'età ed il cenerino diviene maturo sessualmente non prima dei 4/5 anni.

CURIOSITA’:  Anche se giudizi comparativi circa l'intelligenza animale sono sempre molto difficili da fare in maniera obiettiva, gli psittaciformes sono generalmente considerati tra le specie di uccelli più intelligenti. I pappagalli cenerini sono noti per le loro abilità  cognitive, che si presuppone si siano  evolute come conseguenza della loro natura cooperativa nella ricerca del cibo in Africa Centrale. Questi pappagalli sono capaci di associare alcune parole umane con il loro significato, almeno parzialmente. I Cenerini sono tenuti come animali domestici da più di 4000 anni. Dei geroglifici egizi li mostrano chiaramente come dei pappagalli domestici. Anche gli antichi greci li addomesticavano così come gli antichi romani.

CONSERVAZIONE: È considerato vulnerabile ai fini dell’estinzione; infatti seppur ancora comune è tendenzialmente in declino a causa della cattura per il commercio, ma soprattutto a causa della distruzione della foresta tropicale. È inserito nell’appendice 2 del CITES.  



Torna ai contenuti | Torna al menu