10 - Drago Barbuto - Oasi degli Animali

Vai ai contenuti

Menu principale:

10 - Drago Barbuto

Livello 5 rettili
 


drago barbuto




 
 
DESCRIZIONE:   È un sauro appartenente alla famiglia degli Agamidi.
Questa famiglia è molto numerosa e comprende oltre 300 specie suddivisibili in diverse sub-famiglie. Sono facilmente riconoscibili per avere una ampia testa triangolare, il corpo piatto e ammassi di spine sotto la gola che riescono ad annerire o ingrandire per spaventare i nemici; queste spine presenti anche lungo i fianchi e dietro la testa sono in realtà intimidatorie, sono morbide e composte principalmente di grasso. Hanno la capacità di cambiare colore, quando si scontrano con dei rivali e per reagire ad alcuni stimoli ambientali come la variazione di temperatura, per esempio possono diventare più scure per assorbire più calore. I maschi possono crescere fino a 60 cm e le femmine fino a 50 cm, la loro livrea è di colore dal rosso al bruno con macchie o striature più chiare o giallastre. La coda è priva di punti di rottura prestabiliti e non è in grado di auto rigenerarsi come in altri sauri. La vita media è di circa 10-20 anni.

DISTRIBUZIONE: I draghi barbuti provengono dall’Australia centrale, dove vivono in  boschi aridi e subtropicali, boscaglie, savane, aree costiere e nei grandi deserti interni. Il loro habitat si estende in tutto l'interno degli stati orientali. Passano la maggior parte del loro tempo in cespugli e gli alberi e spesso a crogiolarsi sulle rocce. Quando il clima è troppo caldo spesso si rifugiano sottoterra.

ALIMENTAZIONE:   Mentre un esemplare giovane basa quasi l'80% della sua dieta sugli insetti, l’adulto tenderà a mangiare più verdure a foglia verde, bacche e in alcuni casi anche   piccoli   vertebrati. Tra gli insetti mangiati dalle pogone si trovano: grilli, larve della mosca soldato nera, locuste, tarme della cera, bachi da seta, cavallette, larve di sfinge del tabacco e alcune specie di scarafaggi.

RIPRODUZIONE: Raggiunge la maturità sessuale a 1-2 anni; dopo circa 6 settimane dall'accoppiamento la femmina depone 11-30 uova per covata che vengono deposte in nidi scavati nella sabbia. La schiusa avviene in 60-80 giorni.

CURIOSITA’: I draghi barbuti adulti sono molto territoriali, man mano che crescono, si stabiliscono delle gerarchie sociali fondate sull'aggressività e sulla riappacificazione. Sebbene entrambi i sessi abbiano la “barba” i maschi la usano molto più sovente, mentre le femmine solo come segno di aggressione. Quando si sentono minacciati o sotto stress, gonfiano e anneriscono la barba al fine di sembrare più grandi, a volte possono anche aprire la bocca. Un comportamento diffuso in entrambi i sessi è l'headhobbing, che è un movimento rapido della testa, il maschio più velocemente della femmina, a volte annerendo e gonfiando la gola, per mostrare la loro supremazia. Risposta di sottomissione a l'headhobbing è l'arm-waving, che consiste in un movimento circolare di una zampa anteriore. L'arm-waving può essere anche un segno di riconoscimento tra la specie. Se allevati necessitano di un terrario spazioso e i maschi, essendo molto territoriali, non vanno mai alloggiati insieme a causa della loro aggressività. Inoltre non si devono porre i piccoli insieme a soggetti adulti perché rischierebbero di essere divorati.

CONSERVAZIONE: La specie non essendo al momento minacciata non è inclusa in nessuna delle tre appendici della CITES.         



Torna ai contenuti | Torna al menu