07 - Serpente del Grano - Oasi degli Animali

Vai ai contenuti

Menu principale:

07 - Serpente del Grano

Livello 5 rettili
 


serpente del grano




 
 
DESCRIZIONE: È un serpente costrittore, chiamato così perché in natura vive principalmente vicino a coltivazioni di granoturco e mais per la nutrita presenza di topi e roditori che rappresentano la base della sua alimentazione. Non è un serpente velenoso e uccide le sue prede stritolandole nelle sue spire fino a soffocarle e poi le ingoia per intero iniziando dalla testa. E’ un serpente molto docile e per questo è tra i più diffusi tra i serpenti domestici. Viene preferito anche per il suo aspetto poiché ha una livrea molto variopinta dai colori sgargianti come l’arancione con decori più scuri che vanno nel rosso. Il ventre, invece, è chiaro con macchie scure che formano un decoro a scacchiera. La testa è piccola, gli occhi sono rotondi ed il corpo muscoloso. Le dimensioni degli esemplari adulti oscillano tra i 4–5 cm di diametro ed i 75–150 cm di lunghezza, per un peso che va da 250 ad oltre 500 grammi. È un rettile ad attività notturna – crepuscolare. Solitamente vive fra i 6 e gli 8 anni, ma in cattività può raggiungere anche 23 anni.  

DISTRIBUZIONE: Vive prevalentemente negli Stati Uniti e in particolare negli stati meridionali e sudorientali come la Florida, la Louisiana, l’Alabama, il Mississippi, il Colorado, lo Utah, il Maryland, il New Jersey e nel Messico. Si adatta a tutti i climi, ma preferisce comunque quelli temperati. E’ una specie che vive in habitat naturali diversi anche se, come suggerisce lo stesso nome, il suo ambiente ideale è costituito dai campi coltivati a granoturco, frumento e mais. Non è insolito comunque trovarlo anche in ambienti diversi come boschi, praterie e in condizioni estreme anche in aree semidesertiche.

ALIMENTAZIONE: Si nutre prevalentemente di roditori, ma anche di altri micro-mammiferi, occasionalmente di piccoli volatili ed in età giovanile di piccoli sauri ed anfibi.

RIPRODUZIONE: Raggiunge la maturità sessuale intorno ai due anni. La stagione degli amori va da marzo a giugno, mentre la gestazione dura circa due mesi. Si tratta di una specie ovipara quindi la femmina dopo essere stata fecondata depone dalle 5 alle 25 uova in una buca scavata tra detriti vegetali in decomposizione per garantirgli il calore e l’umidità necessarie per l’incubazione. Appena nati i piccoli misurano intorno ai 20 centimetri di lunghezza.

CURIOSITA’: E’ un serpente tranquillo che raramente attacca se non è minacciato e in questo caso agita la coda emettendo un sibilo simile a quello del serpente a sonagli e secerne un liquido maleodorante che tiene lontani eventuali aggressori. Il serpente del grano era precedentemente collocato nel genere Elaphe, però è stato scoperto che tale genere è parafiletico, così la specie è stata ricollocata nel genere Pantherophis e poi il ricollocamento è stato confermato da ulteriori studi filogenetici.

CONSERVAZIONE: Stabile con minima preoccupazione.



Torna ai contenuti | Torna al menu